trasporto ADR

La norma ADR per il trasporto su strada di merci pericolose

Il trasporto merci pericolose in territorio italiano è una pratica niente affatto banale che implica dei rischi sia per i conducenti che per chi viaggia nelle vicinanze di queste sostanze tossiche o altamente infiammabili.
La norma che tutela questa sicurezza cambia a seconda del tipo di trasporto in questione.

    • RID: tale dicitura denomina la norma che tutela il trasporto di merci pericolose su ferrovia.
    • ADN: si intende per questa, la norma vincolante che tutela lo spostamento di merci pericolose tramite vie navigabili interne.
    • ADR: infine quest’ ultima dicitura sta ad indicare il trasporto merci pericolose su strada.

La normativa ADR è stata posta in essere a Ginevra nel lontano 1957 (L. 12.08.62, N. 1839) per la regolamentazione del trasporto di merci pericolose  solo però per quanto riguarda i lunghi spostamenti a livello internazionale. Sarà poi in futuro, precisamente nel più recente 1997 che tramite la Direttiva 94/55/CE, viene resa obbligatoria l’osservanza di tale norma anche a livello nazionale.
I diciassette articoli di cui si costituisce la norma, sono condivisi attualmente da ben 45 Stati “membri” .
Ovviamente lo sviluppo tecnologico odierno raggiunge velocità importanti che non possono non essere prese in considerazione ed è proprio per questo che la normativa viene rivista ed eventualmente aggiornata ogni due anni.
È superfluo dire che l’ importanza di queste norme è altissima basta vedere i vari livelli di pericolosità delle merci che rientrano in questa dicitura:

    • Infiammabilità: quindi merci capaci di infiammarsi rapidamente se messe a contatto con fonti di ignizione
    • Tossicità: materie tossiche sia a contatto con la pelle che inalate, o ancora peggio, ingerite.
    • Corrosività: materie acide o comunque capaci di distruggere pelle o altri tipi di materiali.
    • Reattività elevata: fanno parte di questi materiali con un alto tasso di infiammabilità spontanea
    • Altre: qui abbiamo altri tipi di sostanze pericolose come ad esempio quelle radioattive , asfissianti come alcuni tipi di gas o in genere nocive all’ambiente.

Per occuparsi di questo tipo di spostamenti quindi non basta avere un azienda di trasporti, ma bisogna avere, mezzi e personale che siano sia adatti che formati. È quindi importante affidarsi ad un’ azienda ferrata nel settore del trasporto merci , sia per quanto riguarda il territorio italiano sia il territorio estero.
Piccola curiosità: il testo ufficiale dell’ADR è rigorosamente scritto in francese, è poi il Segretario dell’ECE/ONU a provvedere alla sua redazione e pubblicazione nelle tre principali lingue, vale a dire francese, inglese e russo. Per quanto riguarda il testo scritto nella nostra lingua italiana, questo non ha valore ufficiale e viene curato a livello nazionale.