Le ultime notizie di oggi

Caldo record, giovedì 3 agosto bollino rosso per 26 città

Il caldo non dà tregua. Tutta l’Italia è stata colpita dalle temperature record di questi giorni e non finisce qui, dal momento che le previsioni per le prossime ore preannunciano che la giornata di giovedì 3 agosto sarà la peggiore per ben 26 città della Penisola, contrassegnate dal bollino rosso del Ministero della Salute; bollino giallo, invece, soltanto per Genova. Anche oggi la situazione non sembra essere incoraggiante: sono 4 le città da bollino rosso, Campobasso, Roma, Pescara e Frosinone.

Giovedì se ne aggiungeranno le altre 12: Viterbo, Rieti, Milano, Perugia, Firenze, Bari, Napoli, Brescia, Bologna, Latina, Cagliari, Bolzano. Il record di ieri è stato raggiunto a Capo San Lorenzo, in Sardegna, dove i gradi percepiti sono stati addirittura 49. Quella in corso, secondo le previsioni meteo, si contraddistingue per essere la settimana più rovente dell’anno. A rischio i bambini e gli anziani, per i quali valgono le consuete raccomandazioni: evitare di uscire nelle ore più calde e bere il più possibile.

Linate e Malpensa, forti ritardi a causa di assemblee

Si sono verificati forti ritardi, anche di un’ora, per quanto concerne i voli dagli aeroporti di Malpensa e Linate ed innumerevoli disagi per i passeggeri a causa dell’assemblea generale, indetta stamattina, dei lavoratori che operano all’interno delle società fornitrici dei servizi a terra. Presso l’aeroporto di Linate, stamattina sono partiti 20 voli e, dalle 7, i disagi si sono ridotti ed anche le consegne dei bagagli sono riprese regolarmente. A Malpensa, sono invece decollati 42 voli registrando ritardi anche di mezz’ora, disagi all’imbarco e nella consegna bagagli.

La protesta è stata indetta a seguito dell’incontro che si è tenuto ieri a Varese, in prefettura, per conto della cooperativa Alpina chiamata ad operare in subappalto per Ags e che non ha portato ad una risposta da parte delle istituzioni. Le due assemblee si sono concluse poco fa. Intanto, Giuseppe Santoro Passarelli, Presidente dell’Autorità di garanzia per gli scioperi, ha manifestato la volontà di indagare sull’accaduto per valutare “profili sanzionatori di propria competenza.”

Segregati e vessati in un garage, la terribile storia di madre e figlio

Una donna di 78 anni ed un uomo di 37 anni, madre e figlio, vivevano da tempo sequestrati in un garage di 42 metri quadrati, vessati, maltrattai ed umiliati da una coppia di 37 anni e 52 anni che, oltre a ridurre in schiavitù i due, godevano dei benefici economici delle loro pensioni, dal momento che le vittime erano affette da disturbi mentali. Il terribile fatto è accaduto a Cozzo, in provincia di Pavia.

Le indagini sono state portate avanti dal pm Roberto Valli. I due sono stati condotti in arresto con i seguenti capi di accusa: abbandono e circonvenzione di persona incapace, sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia, riduzione in schiavitù, poiché uno degli aguzzini è anche fratellastro di una delle vittime.

Neonato cade dal bus, indagano i carabinieri

Dinamica ancora tutta da chiarire per l’incidente cha ieri ha avuto come protagonista un neonato di soli due mesi e mezzo. Il piccolo, che è attualmente ricoverato in ospedale con una prognosi di 30 giorni, è caduto da un autobus a Villanova di Guidonia, nei pressi di Roma.

I carabinieri di Tivoli hanno appurato che il bambino stesse viaggiando a bordo di un bus Cotral, in compagnia della madre, una romena di 29 anni; durante una curva, per motivi ancora da accertare, il passeggino sul quale si trovava il neonato, è sbalzato contro la porta centrale che si è improvvisamente aperta, facendo cadere il piccolo in strada.

Il 118 è stato prontamente allertato ed il neonato è stato soccorso in ospedale, mentre il pullman è stato sottoposto a sequestro. Adesso si dovrà chiarire a quale velocità marciasse il mezzo e in quale stato versassero le porte, a tale scopo si stanno anche raccogliendo le testimonianze degli altri passeggeri.

Per approfondimenti: Ultime notizie SkyTG24